Scuola Primaria - Spettacoli

“leggere”


La consapevolezza dell’importanza della lettura fin dai primi mesi di vita del bambino – che nelle cure e nella voce della madre trova ogni appagamento – è alla base del progetto “leggere”, che intende proporre la lettura a voce alta quale strumento di comunicazione efficace nella relazione adulto-bambino, poiché muove nella dimensione empatica ed irrazionale: quella che in maniera più incisiva fornisce risposte al giovane pubblico.
La letteratura fantastica risponde all’atteggiamento metafisico del bambino, che si interroga sul perché di tutte le cose, ma che non dispone ancora di tutte le categorie razionali che consentono di dare ordine al reale; essa funge da risposta provvisoria, fornisce al bambino “mappe di significato temporanee” che gli permettono di dare un certo ordine al reale, finché l’acquisizione delle categorie razionali gli consentiranno di sostituire alla spiegazione magica della realtà quella scientifica. Per i meccanismi di identificazione e proiezione delle pulsioni negative che innesca, offre possibilità di “risoluzione” alle problematiche infantili: gli eventi drammatici – che rispecchiano il vissuto di ciascuno – sono relegati in un tempo e uno spazio lontani, e ciò permette di prendere da essi la giusta distanza per elaborarli senza esserne soprafatti.
In sostanza, la letteratura rivolta ai bambini – sia essa fantastica o realistica - è sempre pregna di risposte positive per loro, per questo di essa possiamo servirci per comunicare in modo sensibile con essi.

OBIETTIVI FORMATIVI
• Condurre i bambini  nel mondo della lettura e della letteratura fantastica
• Favorire l’occasione di un incontro piacevole con i libri
• Favorire lo sviluppo  della relazione affettiva con l’oggetto libro
• Favorire il piacere dell’ascolto e il gusto per la narrazione e per la Drammatizzazione
• Sensibilizzare gli adulti – genitori, educatori ed insegnanti – sull’importanza del proprio ruolo di mediatori tra i libri e il minore: raccontare o leggere insieme una storia costituisce una modalità di comunicazione di grande significato relazionale che favorisce il dialogo e contribuisce allo sviluppo e al benessere dei più giovani

FINALITA’
Favorire la crescita psicologica, affettiva e cognitiva dei minori, proponendo percorsi analogico-esplorativi che si affidano a processi di pensiero divergente, all’intuizione e all’emozione.


Puff e la rosa
Spettacolo interattivo di lettura-narrazione

Puff è un giovane gnomo che un giorno decide di lasciare il suo villaggio e partire per un viaggio strano, da matti per gli altri, pieno di fascino per lui.  A nulla varranno le preghiere, i lamenti, le suppliche e i rimproveri degli abitanti del bosco. Puff ormai ha deciso e partirà senza vestiti di ricambio per andare alla ricerca della Rosa. Suo compagno di viaggio sarà Dudy, un folletto che incontrerà sulla via.
Enormi fatiche e prove affronteranno i due e grande sarà in alcuni momenti la paura che gonfierà il loro cuore, ma con enorme coraggio attraverseranno tutto il bosco fino ad entrare nel regno della Rosa.
Puff  e Dudy, con la loro avventura ricca di fascino, raccontano al bambino quanto complesso e faticoso sia il cammino della crescita ma nel contempo, con il loro esempio, lo incoraggiano a cercare dentro il suo cuore le risorse necessarie per la conquista dell’ autonomia.

All’ora del gallo partirono. Puff davanti, Dudy appena dietro.
Chiesero consiglio all’aurora, baciarono la terra, sette volte benedirono il dolore
e arrivarono in un paese nuovo dove il tempo si era perduto, dove le case
erano senza tetto, dove il mare non aveva spiaggia e dove il fuoco non
aveva un camino.

Durata
Lo spettacolo di lettura-narrazione Puff e la Rosa  si rivolge ai bambini della scuola primaria raggruppati per ciclo di appartenenza, ha una durata di 50 minuti circa e prevede l’interazione degli attori con il giovane pubblico.


Le novelle di mamma Natale
Spettacolo interattivo di lettura-narrazione

Mamma Natale è una giovane donna che durante il periodo natalizio, a bordo della sua magica valigia, viaggia  per il mondo a raccontare storie e filastrocche che cantano la bellezza del Natale.
Storie dai mille colori che hanno il potere di far gioire tutti i cuori, che parlano ai grandi e ai più piccini, che aiutano a crescere i bei bambini.

Durata
Lo spettacolo di lettura-narrazione Le novelle di mamma Natale  si rivolge ai bambini della scuola primaria raggruppati per ciclo di appartenenza, ha una durata di 50 minuti circa e prevede l’interazione degli attori con il giovane pubblico.


Notte da brivido
Spettacolo interattivo di lettura-narrazione

Molti fatti strani avvengono di notte, quando la luna timidamente cerca di fare luce sul mondo avvolto dalle tenebre. E’ di notte che spiriti, demoni, animali fantastici vagano nelle case abbandonate, nei castelli in rovina, nelle foreste, nelle campagne desolate, nei cimiteri e si divertono a far tremare di paura i bambini di tutte le età.

Per mezzo dell’identificazione con i protagonisti delle storie, i bambini avranno la possibilità di avventurarsi coraggiosamente nei territori misteriosi delle storie di paura e vincere, anche solo per un giorno, le piccole o grandi angosce che rispecchiano i loro vissuti quotidiani.

Durata
Lo spettacolo di lettura-narrazione Notte da brivido  si rivolge ai bambini della scuola primaria raggruppati per ciclo di appartenenza, ha una durata di 50 minuti circa e prevede l’interazione degli attori con il giovane pubblico.


Le avventure di un folletto
Spettacolo interattivo di lettura-narrazione

Puff, folletto di città, vive nel centro di Pescara e usa i suoi poteri per raddrizzare le cose un po’ storte, quelle che non funzionano mai come dovrebbero. Sarà lui a fare in modo che le pentole della mensa scolastica in sciopero da alcuni giorni, perché si sentono trascurate dai bambini, riprendano a cuocere con allegria pietanze buonissime.

Ma la vera magia di Puff è quella di trasformare la vita quotidiana in una fiaba.

Durata
Lo spettacolo interattivo Le avventure di un folletto si rivolge ai bambini della scuola primaria raggruppati per ciclo di appartenenza, ha una durata di 50 minuti circa e prevede l’interazione degli attori con il giovane pubblico.


Il piccolo principe
Spettacolo interattivo di lettura-narrazione

Sei anni è l’età in cui si comincia ad andare a scuola. Quando un bel giorno, una signora mai vista prima, grassa con il viso largo, la maestra, esige come se niente fosse, che si allineino su un foglio una serie tutta uguale di segni che dice formano la parola imbuto. Non perché quella donna sia meschina, ma perché la vita è così. Sei anni è l’età in cui tutto d’un colpo il mondo si rivela senza limiti e in cui bisogna riuscire, che lo si voglia o no, a far passare questa immensità sconosciuta attraverso l’apertura stretta dell’imbuto. Ecco perché il Piccolo Principe si trova costretto a lasciare la sua stella e la sua rosa per conoscere a poco a poco tutti gli altri pianeti che esistono oltre al suo.

Il Piccolo Principe con il suo viaggio ricco di fascino, incoraggia il bambino a cercare dentro il suo cuore le risorse necessarie per la conquista dell’ autonomia e attraverso l’incontro con la volpe lo sensibilizza al sentimento dell’amicizia.

Non si conoscono che le cose che si addomesticano. Gli uomini non hanno più tempo per conoscere nulla.
Comprano dai mercanti le cose già fatte. Ma siccome non esistono mercanti di amici, gli uomini non hanno più amici.
Se tu vuoi un amico addomesticami!

Durata
Lo spettacolo di lettura-narrazione Il Piccolo Principe  si rivolge ai bambini della scuola primaria raggruppati per ciclo di appartenenza, ha una durata di 50 minuti circa e prevede l’interazione degli attori con il giovane pubblico.